345 62 48 926 fiafer@yahoo.com

Malattie mentali

L’ATTENZIONE CONCENTRATA SULLA PERSONA
E’ al giorno d’oggi universalmente riconosciuto che l’organismo umano è un tutt’uno e che tra corpo e mente vi è un’interdipendenza strettissima. Tutti si rendono conto ormai che alcune cause collegate alla psiche, come lo stress e le continue preoccupazioni possono, tramite meccanismi svariati (dall’aumento della pressione e della produzione di cortisone ecc.) portare a malattie “fisiche”. Incontra invece molte più¹ difficoltà ad affermarsi il principio opposto, e ciò che non raramente le cause di problemi “psichici-mentali” sono da ricercare non nella psiche ma in fattori del tutto materiali.

Alcuni esempi di questi fattori materiali che possono svolgere un effetto deleterio sulla psiche (in particolare nei bambini o in soggetti indeboliti) sono ad es. il mercurio (contenuto spesso nelle otturazioni dei denti), il glutammato monosodico (aggiunto a molti alimenti per migliorarne il gusto, il dolcificante artificiale aspartame e numerosi altri. Un altro fattore materiale importante è invece quello costituito dalla carenza di elementi nutritivi indispensabili che magari l’organismo, per una particolarità genetica, non riesce ad assimilare correttamente con una nutrizione normale ed equilibrata, e che pertanto è necessario integrare. Di fronte a problemi di depressione, deficit d’attenzione ed iperattività nei bambini, schizofrenia o altro, si tende a “curare” con farmaci che agiscono sui meccanismi cerebrali-psichici oppure si tende, con lunghe sedute di psicanalisi, a cercare le cause del problema solo nella “mente” e nel subconscio del soggetto. La corrente della psichiatria/psicoterapia ortomolecolare, che in America si sta diffondendo sempre di più ma che in Europa è ancora quasi sconosciuta, vuole invece accertare, di fronte a questi problemi, l’eventuale presenza di particolaritÃà metaboliche che portano alla carenza di determinate sostanze (importanti soprattutto le vitamine del gruppo B) indispensabili per il buon funzionamento dell’organismo stesso, nei suoi elementi corpo-mente.

Oltre a quanto ho già scritto sull’argomento (ved. la pagina sulla criptopirroluria), faccio qui alcuni esempi su questo stretto legame corpo/mente. La schizofrenia colpisce l’ 1% della popolazione adulta, la depressione ne affligge il 5,3%. Entrambe sono affezioni invalidanti e psicologicamente frustranti, ed in entrambi i casi, le cause sono poco conosciute, la comunità scientifica è alla ricerca di un gene; (vi sono infatti indizi che la causalità possa essere genetica in certi casi.Il fatto che molti soggetti affetti da schizofrenia o depressione siano carenti di vitamina B6 e zinco potrebbe essere una delle scoperte più significative della medicina nutrizionale/ortomolecolare….

Il fatto che molti soggetti affetti da schizofrenia o depressione siano carenti di vitamina B6 e zinco potrebbe essere una delle scoperte più significative della medicina/psicoterapia nutrizionale/ortomolecolare. In questo contesto potrebbe non trattarsi di carenze dovute ad un’errata alimentazione, ma di difetti innati del metabolismo, tra i quali lacriptopirroluria.

E’ ovvio che non tutti i casi di schizofrenia sono causati dalla criptopirroluria, ma dato che si tratta indubbiamente di un fattore da accertare per poterlo escludere, e dato che la diagnosi ènon-invasiva ed a basso prezzo, varrebbe la pena che ogni persona colpita dalla schizofrenia o da altri problemi mentali effettuasse l’analisi delle urine. Non si può confrontare la cura della criptopirroluria, tramite l’ integrazione di vitamina B6 e zinco (nei dosaggi adeguati, si tratta di sostanze prive di effetti collaterali, che sono comunque fondamentali per l’organismo)- con l’assunzione di psicofarmaci; anzi, la vitamina B6 e lo zinco possono essere assunti in concomitanza con i medesimi.